Webinar Online

In collaborazione con Associazione Il Richiamo proponiamo diversi Webinar online che vanno ad approfondire ed integrare quello che facciamo in campo di formazione con i corsi dell’ Accademia EIDOS.

Per maggiori informazioni tornate a visitare questa pagina, visitate il sito www.associazioneilrichiamo.com  oppure contattateci all’indirizzo ilrichiamo4@gmail.com

Meditazione: Prima Domenica di Avvento

Domenica Novembre 2020 dalle 10.30 alle 11.30

Nella prima di Avvento l’uomo deve predisporsi al sacrificio, per il Servizio ed essere pronto a servire e amare. Dovrebbe osservarsi con l’occhio interiore e sperimentare questo giorno come la celebrazione del desiderio della nascita. La consacrazione della celebrazione è: “Io mi dedico al Ministero dello Spirito che deve nascere in me”. I pensieri sono diretti al Cristo che nasce nell’uomo.
– Giorgio Tarditi Spagnoli (Antroposofia, la scienza dello Spirito di Rudolf Stainer) –

Rito Ambrosiano
Avvento, cos’è e quali sono le celebrazioni più importanti, è il tempo liturgico di preparazione di Natale, in cui si ricorda la prima venuta del Figlio di Dio fra gli uomini.
Contemporaneamente è il tempo in cui, attraverso tale ricordo, lo spirito viene guidato all’attesa della seconda venuta del Cristo alla fine dei tempi. Nel Rito Ambrosiano dura sei settimane, ed è il tempo liturgico che precede e prepara il Natale: nei riti cristiani occidentali segna l’inizio del nuovo anno liturgico. La parola avvento deriva dal latino “adventus” e significa “venuta” anche se, nell’accezione più diffusa, viene indicato come “attesa“.

Il tempo di avvento comincia dei primi Vespri dell’ultima domenica di novembre e termina prima dei primi Vespri di Natale.
Le letture dell’Antico Testamento sono profezie sul Messia e sul tempo messianico, tratte soprattutto dal libro di Isaia. Le letture dell’Apostolo contengono esortazioni e annunzi, in armonia con le caratteristiche di questo tempo.

La corona dell’Avvento, ossia le quattro candele accese ogni domenica di questo tempo, derivando dal clima della Riforma, ha avuto pieno riconoscimento solo grazie alla riforma liturgica, sia nelle chiese che nelle case.

Che cos’è la Corona d’Avvento?
Com’è nata?
È un’antica tradizione che ha avuto origine nel Nord d’Europa, precisamente in Scandinavia, ma che negli ultimi anni è entrata con forza nelle nostre comunità cristiane.
La corona dell’Avvento consiste in oggetto circolare rivestito di rami verdi (senza fiori) sul quale vengono collocate quattro candele (il colore viola sarebbe quello più appropriato, tranne che per la terza candela che andrebbe invece rosa). A partire dal 1600 cattolici e protestanti tedeschi iniziarono a usare questo simbolo per rappresentare Gesù, che è la luce venuta nel mondo.

Ma vediamo nel dettaglio la simbologia che racchiude.

• La forma circolare: il cerchio non ha principio né fine, è un segno di eternità e di unità; la corona è anche segno di regalità e di vittoria e annuncia che sta per nascere Gesù che è il re che vince le tenebre con la sua luce.
• I rami verdi: simboleggiano la speranza e la vita: sta per arrivare il Signore che sconfigge le tenebre la morte.
• Le quattro candele: le candele si accendono una per volta durante le quattro domeniche di avvento. Simboleggiano la luce in mezzo alle tenebre: la salvezza portata da Gesù Cristo è la luce per la vita di ogni persona.
• I colori: la ghirlanda può essere decorata con tessuti rosso e viola: il rosso sta a simboleggiare l’amore di Gesù, mentre il viola indica penitenza e conversione.
Il colore delle candele (tre viola, una rosa) riflette i colori liturgici di questo periodo. Nella liturgia il colore viola indica penitenza, conversione, speranza, attesa e suffragio, si usa nei tempi d’Avvento e di Quaresima. La candela rosa viene accesa la terza domenica di Avvento, detta Gaudete, quando anche il sacerdote indossa paramenti rosa; la domenica Gaudete è la domenica della gioia perché i fedeli sono arrivati a metà dell’Avvento e il Natale è vicino.

Il significato delle QUATTRO CANDELE
Le quattro candele che accenderemo nelle quattro domeniche di Avvento hanno un nome ed un significato peculiari.
La prima candela è detta “del Profeta“, poiché ricorda il profeta Michea, che aveva predetto che il Messia sarebbe nato a Betlemme e simboleggia la speranza.
La seconda candela è detta “di Betlemme“, per ricordare la città in cui è nato il Messia, e simboleggia la chiamata universale alla salvezza.
La terza candela è detta “dei pastori“, i primi che videro ed adorarono il Messia e simboleggia la gioia, da qui il colore rosa.
La quarta candela è detta “degli Angeli“, i primi ad annunciare al mondo la nascita del Messia e a vegliare sulla capanna dove è nato il Salvatore. Simboleggia l’amore.
L’accensione di ciascuna candela indica la progressiva vittoria della Luce sulle tenebre dovuta alla sempre più prossima venuta del Messia.

Abbiamo preparato per voi una speciale Corona d’Avvento che consiste in una preghiera da recitare in famiglia ogni domenica dell’Avvento, per chi lo richiederà.
Per ogni domenica d’avvento, ci sarà una meditazione a tema, un modo per vivere la venuta della Luce nel Mondo insieme ad Associazione Il Richiamo.


Conduce la meditazione Catia Massari consulente di Medicina Integrale.
Per info: ilrichiamo4@gmail.com


Info e costi

Per iscriverti ai webinar ti chiediamo di inviarci i tuoi dati tramite il modulo qui sotto.

I webinar sono organizzati in collaborazione con Associazione Il Richiamo
Quota di partecipazione: € 20 + IVA 22% da pagare in una delle seguenti modalità:

1) tramite bonifico bancario intestato a:
Io srls – IBAN IT45 I088 5268 0500 2001 0274 615 – Romagna Banca Credito Cooperativo Romagna Est
2) con versamento su conto Paypal all’indirizzo info@iosrls.com
3) con ricarica Poste Pay 5333 1710 0139 6569

Per rendere effettiva l’iscrizione dovrai quindi inviarci copia della ricevuta del versamento, assieme ai dati anagrafici, all’indirizzo email ilrichiamo4@gmail.com

ISCRIVITI

Energie Sottili: La Mente Sottile dalla Meditazione alla Riprogrammazione del Subconscio

Mercoledì 2 Dicembre 2020 dalle 21.00 alle 22.30

Questo percorso sarà un modo per approfondire il più possibile la parte teorica delle discipline che si occupano di energia.

Scrive Cyndi Dale nel manuale pratico del corpo sottile:
La mente è il “centro di raccolta” di pensieri, opinioni e informazioni. Quando parliamo di “Intelligenza” ci riferiamo al modo in cui elaboriamo e utilizziamo questi tre potenti elementi.
Nel lavorare con un paziente – così come nel perseguire il proprio percorso di apprendimento personale- è utile conoscere la differenza tra i vari livelli della mente e la modalità con cui ciascuno di essi interagisce con il cervello. la mente è più estesa del cervello. A differenza di quest’ultimo, che è situato all’interno del cranio e si relazione con il resto del corpo a livello biochimico e neurologico, la mente è sia “locale”, ovvero collegata al cervello e al sistema nervoso centrale, sia non-locale, cioè parte di un sistema che va oltre il nostro sè fisico. Mentre il cervello si occupa principalmente dei nostri bisogni e della nostra sopravvivenza, la mente è inetricabilmente connessa ” a tutte le menti” che sono esistite nel corso del tempo.

Questo incontro sarà utilizzato per fare chiarezza su tanti concetti che sono purtroppo passati senza dargli il loro giusto valore, vogliamo così dare tutte le informazioni possibili e non solo, ma donare all’interno del webinar degli strumenti che possano essere ora veramente utili a questo passaggio epocale di una importanza enorme per sostenere quante più persone possibili nel passaggio da una modalità ad un’altra. Tutto sta cambiando velocemente dobbiamo essere pronti ad accogliere nella maniera più ecologica possibile ed eticamente corretta il nuovo che avanza e il vecchio che fa fatica a mollare le sue grinfie!!!

Programma della serata:
• Comprendere i livelli della mente
• La mente superiore
• La mente intermedia
• La mente inferiore
• Aprire la mente: la meditazione
• Meditazione Mindfulness

Condurrà il Webinar Catia Massari docente di Accademia Eidos Formazione, insegnante Reiki, Custode del Mantra Madre, consulente di Medicina Integrale – Email ilrichiamo4@gmail.com


Info e costi

Per iscriverti ai webinar ti chiediamo di inviarci i tuoi dati tramite il modulo qui sotto.

I webinar sono organizzati in collaborazione con Associazione Il Richiamo
Quota di partecipazione: € 20 + IVA 22% da pagare in una delle seguenti modalità:

1) tramite bonifico bancario intestato a:
Io srls – IBAN IT45 I088 5268 0500 2001 0274 615 – Romagna Banca Credito Cooperativo Romagna Est
2) con versamento su conto Paypal all’indirizzo info@iosrls.com
3) con ricarica Poste Pay 5333 1710 0139 6569

Per rendere effettiva l’iscrizione dovrai quindi inviarci copia della ricevuta del versamento, assieme ai dati anagrafici, all’indirizzo email ilrichiamo4@gmail.com

ISCRIVITI

8 Dicembre: Maria Vergine donna libera

Martedì 8 Dicembre 2020 dalle 21:00 alle 22:30

Programma:
• Pratiche di contaminazione emozionale
• Rinnovamento della promessa
• Atto simbolico di taglio


8 dicembre e non si lavora. Le scuole sono chiuse, il weekend si allunga. Festeggiamo, ci piaccia o no, il dogma dell’Immacolata Concezione. Italia, ci fermiamo tutti per ricordarci che Maria è una donna migliore delle altre. Il prototipo di tutte le mamme dell’umanità è nata senza peccato originale. Holy Mary, la madre di Dio, è la “tutta santa”, la pura, l’incontaminata. Non conoscerà mai il piacere: morirà vergine. Nell’immaginario collettivo, il fenomeno dell’Immacolata Concezione è infatti confuso – e non a caso – con un altro dogma mariano, quello della Verginità perpetua. Nel cristianesimo, donne e sessualità sono in antitesi e, grazie a questo, noi domani non andiamo al lavoro.

C’è uno spazio – una frattura – tra la Madonna e Maria di Nazareth: la prima è un personaggio costruito dalla teologia maschilista per subordinare il femminile e mortificarlo, negando alla donna una serie di cose, tra cui il diritto al piacere e al dominio sul suo stesso corpo. Il personaggio storico ha molto poco a che fare con ciò che progressivamente la Chiesa gli ha proiettato addosso. Che modello di femminilità hanno avuto davanti le nostre nonne, e le nonne delle nostre nonne, quando si inginocchiavano in Chiesa a pregare? Che rapporto tra i sessi hanno metabolizzato attraverso la narrativa insegnata loro dai preti? Se non è stata la Chiesa a creare la subalternità femminile, certamente ha senso dire che l’ha legittimata attraverso la spiritualità.
Allo scandalo del femminile, già stigmatizzato a suo tempo con la favola di Eva – Adamo fu fatto vittima – si è continuato a reagire: la donna doveva essere addomesticata.

Molti elementi del cattolicesimo sono stati fissati addirittura molti secoli dopo la morte di Cristo: è solo nel 1854 che viene fissato da Pio IX il dogma dell’Immacolata Concezione. La bolla Ineffabilis Deus decide che Maria è stata preservata immune dal peccato originale fin dal primo istante del suo concepimento. Non tanto perché se lo meritasse – tutte le donne dei racconti del cattolicesimo sono funzioni semi-mute di un progetto tutto al maschile e non è che meritino granché: il corpo di Maria deve nascere e mantenersi immacolato per ospitare Gesù.

Un’incubatrice incontaminata, insomma. Molto più antico è invece il dogma della Verginità Perpetua: lo si trova già nei Padri della Chiesa e viene ufficializzato nel 553, al secondo Concilio di Costantinopoli. Maria è rimasta vergine prima, durante e dopo la nascita di Gesù. I fratelli di Cristo nominati dai Vangeli sarebbero allora, in realtà, cugini o fratellastri: per gli ortodossi sono i figli del precedente matrimonio di Giuseppe.

Il dogma dell’Immacolata Concezione è strettamente collegato al modello principale di questo vero e proprio restyling: le apparizioni di Lourdes, che diventano appunto anche modello visivo, canone estetico. Nel 1858 alla pastorella Bernadette appare, nella grotta del suo paese, una “signora vestita di bianco”. “Io sono l’Immacolata Concezione”, Maria dice a Bernadette e con quella manifestazione eccezionale, la rappresentazione della Madonna cambia. Definitivamente. Anche un’altra famosa apparizione mariana del periodo, quella, anzi quelle di Fatima (1917), si presenta, tra miracoli e profezie, collegata al dogma della purezza originaria di Maria: la Vergine si annuncia ai baby veggenti parlando di “Cuore Immacolato”. Virgin Mary non sta neanche più sull’altare, si allontana a dismisura, diventando la regina purissima discesa del Cielo. Il femminile cristiano si conferma ispirato ai nuovi ideali di castità: la Madonna insegna alle donne come essere angeli obbedienti.

Queste “morte di verginità” lanciano un’ombra inquietante sulla cultura dello stupro italiana: l’uomo naturalmente aggredisce e la donna naturalmente subisce e, se è santa, se vuole meritarsi il Paradiso e la gloria degli altari, dev’essere pronta a pagare con la vita. Il modello di virtù femminile cristiana instillato da queste favole tragiche prevede un esito morale oscuro: per essere come la Madonna devi essere pronta a morire.

La “naturalità” del corpo e della sessualità è stata tatticamente rimossa e negata quando c’era da modellare lo storytelling ai fini del progetto ecclesiastico e del controllo sociale. “Natura” e “contro natura” sono dispositivi retorici, il più delle volte usati proprio contro l’autodeterminazione delle donne.

L’Immacolata Concezione e la Verginità perenne della Madonna hanno contribuito alla messa in clandestinità del desiderio femminile: pensiamo anche un po’ a questo durante il lungo weekend offerto dall’8 dicembre. Se per molti è così facile dare della prostituta a una donna è anche perché abbiamo alle spalle una sfilza di Madonne e Marie Goretti.

tratto da: https://thevision.com/cultura/8-dicembre/

Condurrà il Webinar Catia Massari MM3, fondatrice, presidente e docente di Accademia Eidos – Email ilrichiamo4@gmail.com


Info e costi

Per iscriverti ai webinar ti chiediamo di inviarci i tuoi dati tramite il modulo qui sotto.

I webinar sono organizzati in collaborazione con Associazione Il Richiamo
Quota di partecipazione: € 20 + IVA 22% da pagare in una delle seguenti modalità:

1) tramite bonifico bancario intestato a:
Io srls – IBAN IT45 I088 5268 0500 2001 0274 615 – Romagna Banca Credito Cooperativo Romagna Est
2) con versamento su conto Paypal all’indirizzo info@iosrls.com
3) con ricarica Poste Pay 5333 1710 0139 6569

Per rendere effettiva l’iscrizione dovrai quindi inviarci copia della ricevuta del versamento, assieme ai dati anagrafici, all’indirizzo email ilrichiamo4@gmail.com

ISCRIVITI

Meditazioni e Pratiche del Mantra Madre

Mercoledì 9 Dicembre 2020 dalle 21:00 alle 22:30

Continua il viaggio all’interno della pratica e della conoscenza del Mantra Madre. Uno strumento di grande aiuto in un percorso di trasformazione personale, tutto ciò che ci porta alla nostra conoscenza ci rende liberi dai condizionamenti e dalle manipolazioni che le informazioni esterne possono farci.

Il percorso proposto è tratto dagli insegnamenti di Selene Calloni Williams e dalla sensibiltà di chi conduce questi incontri che apporta la propria esperienza di pratica e di conoscenza di tante altre esperienze fatte e praticate.

“L’anima chiama dai regni dell’invisibilità, dai mondi lunari dell’ombra, dalla dimora di ade. Le sue voci sono la grande progenie della morte, il richiamo della capacità di darsi e di creare oltre sè stessi.
L’Anima è la parte invisibile di ogni cosa, essa ci richiama al mistero, al sacro, al Sacrum Facere, al rito, alla creatività, con la consapevolezza che ogni creazione comporta la morte.
il vero rito è sempre il rituale del sacrificio a mezzo del quale il nostro io restituisce il controllo, il potere alla natura e si immerge nella misteriosa immensità della bellezza”
– da Mantra Madre di Selene Calloni Williams –

Programma:
– La pratica del Ricordo
– I Sette Messaggeri
– Esercizi Spirituali

Condurrà il Webinar Catia Massari MM3, fondatrice, presidente e docente di Accademia Eidos – Email ilrichiamo4@gmail.com


Info e costi

Per iscriverti ai webinar ti chiediamo di inviarci i tuoi dati tramite il modulo qui sotto.

I webinar sono organizzati in collaborazione con Associazione Il Richiamo
Quota di partecipazione: € 20 + IVA 22% da pagare in una delle seguenti modalità:

1) tramite bonifico bancario intestato a:
Io srls – IBAN IT45 I088 5268 0500 2001 0274 615 – Romagna Banca Credito Cooperativo Romagna Est
2) con versamento su conto Paypal all’indirizzo info@iosrls.com
3) con ricarica Poste Pay 5333 1710 0139 6569

Per rendere effettiva l’iscrizione dovrai quindi inviarci copia della ricevuta del versamento, assieme ai dati anagrafici, all’indirizzo email ilrichiamo4@gmail.com

ISCRIVITI

Luna Nuova di Dicembre: Luna della Neve

Lunedì 14 Dicembre 2020 dalle 21:00 alle 22:30

Un Cerchio di Donne dove poter tornare alla nostra sacra femminilità, conoscere il grande potere del rituale e della cerimonia, una meditazione per entrare nello stato di sogno e portare fuori tutti i doni che portiamo con noi nel nostro Grembo.

Programma:
• Cerchio delle fate
• La tua Fiaba
• Atti di Ringraziamento
• Arte del dare e del ricevere
• Lo Sposo Sotterraneo o Principe Azzurro

Donne in Cerchio pronte a viaggiare fra i mondi, dove il visibile trova la sua connessione con l’invisibile. Il mondo delle fate rimane da sempre una fantasia dell’infanzia dove tutto era magico e vero. Quel mondo esiste ancora nel Grembo della Grande Madre Dea dove tutto nasce come un sogno che poi si manifesta nella realtà materiale, la vera Poesia è un atto d’Amore e di Fede nei suoi confronti.

Sarà una serata dedicata al Ringraziamento per l’Abbondanza di cui abbiamo necessità ancor prima che arrivi, a far spazio per riceverla, a celebrare ogni vittoria nella vita con gioia – le nostre vittorie come quelle degli altri; a usare il giusto atteggiamento per creare un cabiamento magico nel proprio Sè, a creare abbondanza attraverso il riconoscimento, il dare e il ricevere. A essere grate per la verità – Incontreremo lo Sposo Sotterraneo, il Principe Azzurro e il Viaggio sarà completo.

“La mitezza dell’autunno ha ceduto lentamente il passo alla stagione del grande freddo, che rapidamente si avvicina.
Il vento autunnale ha staccato dai rami anche le ultime foglie, che ora ricoprono la terra spoglia nel momento del suo riposo.
In molti luoghi, questo è il tempo della prima neve.
Come Madre Terra ha lasciato cadere tutti i suoi ornamenti, per concentrarsi sull’essenza delle cose, anche la nostra attenzione può rivolgersi verso il nucleo interiore della nostra spiritualità.
Durante la fase di trasformazione scorpionica abbiamo potuto lasciare andare tutto quanto è superfluo ed incontrare l’ombra dentro di noi, ma ora il tempo del buio sta per terminare e anche noi possiamo prepararci ad una rinascita spirituale; è infatti nel sonno invernale della natura che nascono i semi dei progetti futuri.
In natura come dentro di noi, siamo infatti nel tempo del Sagittario, terzo della triade del fuoco.
Questo non è il fuoco iniziatore dell’ariete, né il fuoco del cuore leonino. Questo è il segno che apre le porte allo spirituale, insegnandoci che la natura umana per essere completa ha anche bisogno di credere in qualcosa, ha bisogno di una fede.
E così il fuoco del Sagittario, domicilio del grande Giove, è una freccia che punta verso l’alto e vibra nella ricerca di verità, di conoscenza, di significato.
La fase buia dell’anno sta giungendo al suo apice, ma proprio allora un nuovo dio sole nascerà, dando inizio ad un nuovo ciclo, ad un rinnovamento.

Spiriti di Natura: fate della neve, fate delle tempeste, fate dei pini
Piante: agrifoglio, edera, abete, vischio
Colori: rosso, bianco e nero
Fiori: agrifoglio, cactus
Profumi: violetta, patchouli, geranio, incenso, mirra, lillà
Pietre: serpentina, giacinto, crisolito
Alberi: pino, abete, agrifoglio
Animali: topo, cervo, cavallo, orso, cornacchia, pettirosso
Divinità: Hathor, Ecate, Neith, Atena, Minerva, Ixchel, Osiride, Norns, le Parche
Energia: resistenza, morte, rinascita; giro delle maree sulla Terra. Oscurità. Tenebre. Piccoli artifici personali. Sentieri spirituali. Incontro con amici e famiglia, i solitari e i poveri.”

– Tratto da: https://www.ilcerchiodellaluna.it/central_Luna_Dic.htm

Condurrà il Webinar Catia Massari MM3, fondatrice, presidente e docente di Accademia Eidos – Email ilrichiamo4@gmail.com


Info e costi

Per iscriverti ai webinar ti chiediamo di inviarci i tuoi dati tramite il modulo qui sotto.

I webinar sono organizzati in collaborazione con Associazione Il Richiamo
Quota di partecipazione: € 20 + IVA 22% da pagare in una delle seguenti modalità:

1) tramite bonifico bancario intestato a:
Io srls – IBAN IT45 I088 5268 0500 2001 0274 615 – Romagna Banca Credito Cooperativo Romagna Est
2) con versamento su conto Paypal all’indirizzo info@iosrls.com
3) con ricarica Poste Pay 5333 1710 0139 6569

Per rendere effettiva l’iscrizione dovrai quindi inviarci copia della ricevuta del versamento, assieme ai dati anagrafici, all’indirizzo email ilrichiamo4@gmail.com

ISCRIVITI

Per iscriverti ai webinar inviaci i tuoi dati compilando il seguente modulo (i campi con asterisco (*) sono obbligatori)

 



 

INFORMATIVA PER IL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI



NB: la mancata accettazione impedirà la prosecuzione del processo di richiesta.